Vai direttamente al contenuto
 
Menu di servizio
Menu di navigazione sinistro

 

servizi cittadino2

 

 

politiche sociali

 

 

 

 

 

Comune Notizie2

 

 

 

 

comefareper2

 

 

 

 

 

protezione civile regione l

 

 

 

geoplan

 

 

 

quotidiano pub amm

 

 

 

 

 

definizione agevolata
 

Divieto di vendita per asporto di bevande contenute in bicchieri di vetro e in bottiglie o confezioni di vetro..

Divieto di vendita per asporto di bevande contenute in bicchieri di vetro e in bottiglie  o confezioni di vetro da parte delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, autorizzate anche in forma temporanea, delle attività artigianali autorizzate alla vendita di bevande, delle attività di commercio di prodotti alimentari ed in genere da tutte le forme di commercio che consentono la vendita di bevande in vetro per il periodo dal 27 giugno 2012 al 30 settembre 2012 dalle ore 22.30 di ciascun giorno fino alle ore 8.00 del giorno successivo.

 

Ordinanza n. 91 del 26/06/2012

IL SINDACO

Rilevato che,  nel periodo estivo si registra un notevole incremento di bottiglie e bicchieri di vetro abbandonati al di fuori degli appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti, soprattutto nelle ore notturne, venendosi a creare, in caso di rottura, un pericolo per l'incolumità dei pedoni e del patrimonio pubblico e privato.

Considerato, durante il periodo estivo, si svolgono numerose manifestazioni di carattere culturale, sociale e sportivo, che richiamano in città un vasto pubblico.

Che il clima festoso creato dai tanti giovani che affollano le strade e le piazze del centro storico può far registrare episodi di euforia collettiva e trascendere a danno di cose e persone, attraverso l'utilizzo di oggetti contundenti,come le bottiglie di vetro.

Ritenuto per ragioni di ordine pubblico, di dover evitare possibili danni a cose e pericoli per la pubblica incolumità dei cittadini e dei turisti.   

Visto l'articolo 54 del testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, di cui al D.Lgs. n.267/2000 il quale attribuisce espressamente al Sindaco il potere di adottare provvedimenti contingibili ed urgenti al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolurnità pubblica e la sicurezza urbana.

Vista la precedente Ordinanza n. 66 del 13.06.2011

Ordina

Che, per motivi di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, nel periodo compreso tra il 27 giugno 2012 fino al 30 settembre 2012, su tutto il territorio comunale, dalle ore 22.30 di ciascun giorno fino alle ore 8.00 del giorno successivo:

  • Sia vietata la vendita per asporto di bevande in bottiglie e bicchieri di vetro da parte delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, autorizzate anche in forma temporanea, delle attività artigianali autorizzate alla vendita di bevande, delle attività di commercio di prodotti alimentari ed in genere da tutte le forme di commercio che consentono la vendita di bevande in vetro. (quali bar, ristoranti, esercizi titolari di licenze di P.S., titolari di autorizzazioni di vendita al minuto di generi alimentari, ecc).
  • Di consumare elo abbandonare in luogo pubblico bevande di qualsiasi genere contenute in bottiglie di vetro o comunque in contenitori realizzati con il medesimo materiale.
  • Di somministrare elo consentire il consumo delle bevande in vetro solo all'interno del locale.
  • Di esporre in modo visibile al pubblico. mediante idonea cartellonistica, il presente divieto.
  • Resta ferma, per le attività autorizzate, la facoltà di vendere per asporto le bevande in contenitori di plastica e nelle lattine.

Dispone

che la presente ordinanza sia immediatamente esecutiva, pubblicata all'albo pretorio dell'Ente e sul sito istituzionale e che la stessa sia trasmessa:

  • Al Prefetto di ROMA;
  • Al Questore della Provincia di ROMA;
  • Alla Stazione Carabinieri di Fiano Romano;
  • Al Comando della Polizia Locale;
  • Al Comando Polizia Stradale di PASSO CORESE.

Il Corpo di Polizia Municipale e agli altri Agenti ed Ufficiali delle Forze dell'Ordine e di Polizia, per la vigilanza sull'osservanza del presente provvedimento.

Le trasgressioni alla presente ordinanza, salvo che non costituiscano più grave reato, saranno punite con la sanzione amministrativa d'importo variabile da € 25,00 ad € 500,00, come stabilito dall'art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000. secondo la procedura prevista dalla Legge 2.11.1999, n.689.

Informa

Che contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) LAZIO, entro 60 giorni dalla data della pubblicazione del presente atto all'Albo pretorio di questo Comune, oppure ricorso straordinario al Capo dello Stato, entro 120 giorni dalla data della pubblicazione del presente atto all'Albo pretorio di questo Comune.


Dalla Residenza Municipale, 26 Giugno 2012

Aree tematiche