Vai direttamente al contenuto
 
Menu di servizio
Menu di navigazione sinistro

 

servizi cittadino2

 

 

politiche sociali

 

 

 

 

 

Comune Notizie2

 

 

 

 

comefareper2

 

 

 

 

protezione civile regione l

 

 

 

vigilanza notturna

 

 

 

 

geoplan

 

 

 

quotidiano pub amm

 

 

 

 

 

definizione agevolata
 

Divieto di fumare nei parchi e nei giardini pubblici

Ordinanza n. 56 del 03/05/2012

Il Sindaco

Premesso

- che, secondo i dati del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, il fumo di tabacco risulta essere una delle principali cause di morte e di disabilità tra la popolazione, con la conseguenza che alcune Amministrazioni Pubbliche hanno già posto in essere iniziative tese a scoraggiare tale propensione;

- che, secondo i medesimi dati, il “trend” dei fumatori risulta in aumento fra i giovani e che i bambini costituiscono un terzo della percentuale dei fumatori passivi;

Considerato altresì

che, oltre ad assicurare il rispetto delle norme vigenti in materia di  fumo nei locali di uso pubblico, al fine di garantire una maggiore tutela della salute, occorre prevedere una più stringente regolamentazione di tale attività anche per quanto concerne gli  spazi  urbani, con particolare riferimento ai giardini e ai parchi pubblici, frequentati spesso da donne in stato di gravidanza e da bambini, che costituiscono i soggetti maggiormente tutelati dalla legge;

- che detti spazi, inoltre,  sono spesso utilizzati per manifestazioni pubbliche e nel corso di tali eventi, in considerazione dell’alta concentrazione di pubblico, la possibilità di fumare rappresenta un serio pericolo per  i partecipanti;

- che la Corte Costituzionale, già con sentenza n. 399 del 20/12/1996, aveva stabilito che “…ove si profili un’incompatibilità tra il diritto alla tutela della salute, costituzionalmente protetto, ed i liberi comportamenti che non hanno una diretta copertura costituzionale, deve ovviamente darsi prevalenza al primo…”;

- che nessun dubbio sussiste in merito al fatto che l’interesse pubblico primario di tutte le Amministrazioni Pubbliche, in applicazione dei principi costituzionalmente garantiti,  consista nel garantire la sicurezza e la salute dei propri cittadini;

- che si rende dunque necessario ed urgente, a tutela della salute dei non fumatori,  stabilire il divieto di fumo nei parchi e giardini pubblici di questo Comune, recuperando  spazi “smoke-free” nelle aree limitrofe esterne alle citate strutture;

Vista la L. 11/11/1975 n. 584;

Visto l’art. 51 L. 16/01/2003 n. 3

Visto l’art. 54 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267

Ordina

Di integrare la disciplina per la fruizione dei parchi e dei giardini pubblici di questo Comune, con il divieto di fumare in tali spazi in presenza di bambini fino a tredici anni e donne in evidente stato di gravidanza, nonché nel corso di manifestazioni pubbliche che si svolgano al loro interno (cinema all’aperto, concerti, rappresentazioni teatrali etc…);

Di istituire a tal fine spazi “smoke-free” da destinare ai fumatori, che dovranno essere individuati nelle aree limitrofe esterne alle citate strutture.

Avverte

La violazione del divieto di cui alla presente Ordinanza comporta l’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie da € 27,50 ad € 275,00 e da € 55,00 ad € 500,00 qualora la violazione venga commessa in presenza di bambini fino a tredici anni e di donne in evidente stato di gravidanza.

Dispone

La pubblicazione all’Albo Pretorio on line della presente Ordinanza e la vigenza immediata della stessa;

La trasmissione di tale Ordinanza, ad ogni effetto e conseguenza di legge, al Servizio di Polizia Locale di questo Comune, affinché vengano stabilite misure idonee a  vigilare e garantire il rispetto della presente ordinanza;

In caso di eventi e/o manifestazioni che si tengano nei parchi urbani, è fatto obbligo agli organizzatori di esercitare il dovuto controllo sull’osservanza del divieto, individuando a tal fine tra il proprio personale gli addetti alla sorveglianza.

Il Sindaco

Aree tematiche