Vai direttamente al contenuto
 
Menu di servizio
Menu di navigazione sinistro

 

servizi cittadino2

 

 

politiche sociali

 

 

 

 

 

Comune Notizie2

 

 

 

 

comefareper2

 

 

 

 

 

protezione civile regione l

 

 

 

geoplan

 

 

 

quotidiano pub amm

 

 

 

 

 

definizione agevolata
 

Avviso Pubblico per interventi di assistenza domiciliare integrata indiretta, rivolti a persone affette da malattia di Alzheimer


 

logo valle tevere

Presa d’atto Avviso Pubblico per interventi di assistenza domiciliare integrata indiretta, rivolti a persone affette da malattia di Alzheimer

Premesso che la Regione Lazio con Determinazione n. G18644/2017 ha assegnato risorse economiche per la gestione delle azioni di sistema in favore dei malati di Alzheimer;

Dato atto che le azioni di sistema previste sono:
· l’assistenza indiretta, anche presso centri diurni per malati di Alzheimer;
· letti di sollievo ovvero ricovero temporaneo volto a garantire l’accoglienza, per periodi temporanei, al fine di sollevare la famiglia dall’attività di assistenza e cura, assicurando al contempo la continuità dell’assistenza e del trattamento riabilitativo;
· Caffè Alzheimer intesi come luoghi in cui le persone affette da Alzheimer possono, in compagnia di familiari e volontari, prendere un caffè o sorseggiare una bibita in un ambiente accogliente in grado di fornire condivisione
e sostegno.

 

RENDE NOTO

che in tutti i Comuni della ASL ROMA 4 verrà attivato il Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata indiretta rivolto a persone affette da Malattia di Alzheimer in uno stadio  lieve/moderato o grave, è escluso lo stadio gravissimo, che invece possono rientrare nei benefici previsti per la disabilità gravissima.


INTERVENTI

Il presente Avviso Pubblico prevede l’attivazione di interventi a sostegno della domiciliarità e l’erogazione di un contributo economico

Il contributo dovrà essere utilizzato per assistenza domiciliare indiretta fornita:
1. da organismi del Terzo Settore in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge;
2. da personale di accudimento, assunto con regolare contratto di lavoro, addetto all’assistenza della persona non
autosufficiente;
3. tramite centri diurni per malati di Alzheimer, dotati di apposita autorizzazione.

 
17/09/2019

 

 

 scadenza 14/10/2019

 

 


                        


 

Aree tematiche