Vai direttamente al contenuto
 
Menu di servizio
Menu di navigazione sinistro

 

servizi cittadino2

 

 

politiche sociali

 

 

 

 

 

Comune Notizie2

 

 

 

 

comefareper2

 

 

 

 

protezione civile regione l

 

 

 

vigilanza notturna

 

 

 

 

geoplan

 

 

 

quotidiano pub amm

 

 

 

 

 

definizione agevolata
 

Avviso pubblico a sostegno dei nidi privati autorizzati, ma ancora non accreditati con la Regione Lazio.


 

 nidi privatiL’Avviso prevede l’erogazione di un contributo a favore dei nidi privati autorizzati e non ancora accreditati ai sensi della DGR n. 903/2017, con sede operativa nella Regione Lazio.

I contributi concessi ammontano ad €100/mese per ogni posto nido autorizzato e non ancora accreditato, per un massimo di 60 posti per singolo nido, in conformità a quanto previsto dall’art. 6 della Legge Regionale n. 59/1980, a decorrere dal mese di marzo 2020 fino alla ripresa delle attività educative e comunque non oltre il mese di luglio 2020 (durata massima dell’intervento pari a 5 mesi). Il contributo massimo concesso per gli interventi di cui al presente Avviso, sarà, pertanto pari a € 30.000,00 per ogni asilo nido.

I contributi concessi, stanti le modalità di erogazione riportate all’art. 11, dovranno essere rendicontati a “costi reali”, fornendo cioè la documentazione contabile a comprova dei costi effettivamente sostenuti (art. 12). L’agevolazione si configura come aiuto di stato per i soggetti beneficiari ed è quindi riconosciuta ai sensi del Reg. (UE) n. 1407/2013 nei limiti previsti per gli altri aiuti di importanza minore “de minimis” (art. 4).

L’intervento si articola in due Azioni:

AZIONE A – Contributi in regime di “flessibilità FESR” a sostegno dei titolari e gestori di asili nido privati autorizzati e non ancora accreditati ai sensi della DGR n. 903/2017 per il periodo di emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le spese ammissibili potranno riguardare spese sostenute a partire dal 1marzo 2020 al 31 luglio 2020 e dovranno essere inerenti esclusivamente le seguenti voci:

 Canone di Locazione;
 Spese amministrative;
 Utenze;
 Manutenzione del verde.

Le spese di cui all’’Azione A, anche alla luce delle intervenute aperture nell’applicazione delle norme dell’UE sulla spesa dei fondi strutturali con riferimento, in primis, all’ammissibilità delle spese collegate al contrasto degli effetti della pandemia da coronavirus1, sono finanziate in regime di flessibilità o cosiddetto sostegno congiunto dei fondi FSE e FESR, ex art. 98 Regolamento Disposizioni Comuni (Reg. UE n. 1303/2013 del 17 dicembre 2013 e ss.mm.ii), che consente al FSE di avvalersi di voci di spesa tipicamente di competenza del FESR.

AZIONE B – Contributi a sostegno dei titolari e gestori di asili nido privati autorizzati e non ancora accreditati ai sensi della DGR n. 903/2017 per la messa in sicurezza e la sperimentazione di attività a distanza

Le spese ammissibili potranno riguardare spese sostenute a partire dal 1 marzo 2020 al 31 luglio 2020 e dovranno essere inerenti esclusivamente le seguenti voci:

 Spese di sanificazione e pulizia dei locali;

 Acquisto dei dispositivi di protezione individuale (DPI);

 Acquisto di materiale informatico per attività a distanza;

 Acquisto di materiali per la didattica.

L’agevolazione sulle spese afferenti l’acquisto di servizi di sanificazione, limitatamente agli importi corrispondenti alle spese effettivamente sostenute e rimborsate a valere sul presente Avviso, non è cumulabile con il credito d’imposta per le spese di sanificazione e per l’acquisto di dispositivi di protezione nei luoghi di lavoro, previsto dall’articolo 64 del decreto-legge n. 18 del 2020, in favore degli esercenti attività d’impresa, arte e professione.

Possono partecipare al presente avviso i soggetti di seguito indicati, esclusivamente per le spese descritte all’art. 2 e sostenute nei mesi da marzo a luglio 2020 compresi che, al momento della presentazione della domanda, siano in possesso di uno dei seguenti requisiti:

a)  Imprese private che gestiscono asili nido privati autorizzati, inclusi nidi aziendali, limitatamente

ai posti nido non eventualmente coperti da convenzione, appalto o concessione con Enti pubblici;

b)  Imprese private autorizzate che gestiscono asili nido pubblici in appalto, per la sola quota di posti bambino eventualmente esclusa dall’appalto stesso e riservata al mercato privato.

I soggetti suindicati devono inoltre essere in possesso di tutti i seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda:

-  risultare attive e iscritte al Registro delle Imprese;

-  avere una sede operativa o di esercizio ubicate nella Regione Lazio, presso la quali svolgere le attività di cui al contributo richiesto;

-  non essere in stato in stato di fallimento, di liquidazione, di cessazione di attività o di concordato preventivo e in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la legislazione del proprio stato, ovvero di non avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni e tali circostanze non si sono verificate nell’ultimo quinquennio;

-  risultare ottemperante o non assoggettabile agli obblighi di assunzione ai sensi della legge 12 marzo 1999, n. 68.

Tutti i requisiti devono essere mantenuti dal soggetto beneficiario dell’agevolazione fino al termine della fase di rendicontazione e liquidazione del finanziamento.

A pena di esclusione, ogni Impresa può presentare una sola domanda per ogni nido.

È esclusa la partecipazione al presente Avviso da parte delle Imprese private titolari di asili nido accreditati relativamente ai nidi per i quali siano già risultate beneficiarie di contributi a valere sull’Avviso pubblico per contributi a sostegno dei titolari e gestori di asili nido privati accreditati per il periodo di emergenza epidemiologica da COVID-19, di cui alla Determinazione Dirigenziale n. G04937 del 28/04/2020.

Le spese riguardanti le operazioni sostenute dal presente avviso non possono essere finanziate attraverso ulteriori contributi, eventualmente ricevuti o che potranno essere ricevuti, da diverse misure nazionali o regionali.

Le domande potranno essere presentate a partire dal giorno 19/05/2020 alle ore 12:00 e dovranno pervenire entro e non oltre le ore 24:00 del giorno 10 luglio 2020.

Le domande devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito www.efamilysg.it. La procedura telematica è disponibile previa registrazione del soggetto richiedente e successivo rilascio delle credenziali di accesso (nome utente e password). L’inserimento delle credenziali permette l’accesso alla compilazione di tutte le sezioni previste per la presentazione della domanda.

A pena di esclusione, la domanda, compilata in ogni sua parte e completa di tutta la documentazione richiesta, da allegare alla stessa in formato elettronico, debitamente firmata e scansionata in formato pdf o firmata digitalmente in formato p7m, deve essere inoltrata esclusivamente utilizzando la procedura informatica di invio telematico.

Ai fini della ammissione, faranno fede i dati presenti all’interno del sistema.

La procedura di presentazione della domanda è da ritenersi conclusa solo all’avvenuta trasmissione di tutta la documentazione prevista dall’Avviso e/o prodotta dal sistema.

Le informazioni e la documentazione da caricare obbligatoriamente a sistema sono elencate di seguito:

–  domanda di ammissione a finanziamento, come da Allegato A, da stampare, firmare e allegare;

–  scheda finanziaria (esempio nell’Allegato B);

–  Atto unilaterale di impegno da stampare, firmare e allegare (Allegato C);

–  documento di identità del Legale rappresentante, o del suo delegato, del soggetto richiedente;

–  l’atto autorizzativo relativo all’asilo nido per il quale si richiede il contributo.

Motivi di esclusione:

Le domande verranno escluse, a seguito di apposita istruttoria, nel caso in cui:
siano state presentate da soggetti non in possesso dei requisiti stabiliti all’art. 3 del presenteAvviso;
siano state presentate da Imprese private titolari di asili nido accreditati relativamente ai nidi peri quali siano già risultate beneficiarie di contributi a valere sull’Avviso pubblico per contributi a sostegno dei titolari e gestori di asili nido privati accreditati per il periodo di emergenza epidemiologica da COVID-19, di cui alla Determinazione Dirigenziale n. G04937 del 28/04/2020;
superino il costo massimo per singola richiesta fissato all’art. 6;
non rispettino i termini stabiliti all’art. 7 del presente Avviso;
siano state redatte secondo modalità non conformi a quelle stabilite all’art. 7 del presente Avviso;
manchino di uno o più documenti o siano compilati in modo errato, incompleto o illeggibile.

Il Sovventore Globale si riserva di chiedere integrazioni o rettifiche ai documenti prodotti tramite la PEC, indicata nella domanda di partecipazione, del Soggetto richiedente. Nel caso di mancato invio di quanto richiesto entro 5 (cinque) giorni lavorativi dalla data di ricezione della richiesta di integrazioni, il soggetto richiedente sarà considerato rinunciatario.


Le domande di contributo sono approvate in base all’ordine cronologico di trasmissione delle stesse. Con riferimento alla fase di ammissibilità delle domande pervenute, il Sovventore Globale, tramite apposita attività istruttoria, provvederà, con modalità “on demand”, alla verifica di ammissibilità formale, volta ad accertare la sussistenza dei requisiti di accesso di cui all’art. 3 e l’assenza degli altri motivi di esclusione come analiticamente dettagliati al precedente art. 7.

A conclusione della fase istruttoria di ammissibilità formale, il Sovventore provvede a trasmettere, con cadenza bisettimanale dalla data di apertura del presente Avviso, al Responsabile del Procedimento gli elenchi delle domande progressivamente ammissibili a finanziamento e delle domande escluse sulla base dell’ordine di arrivo.

Le Determinazioni dirigenziali di approvazione delle domande verranno pubblicate sul BUR della Regione Lazio, sul portale istituzionale http://www.regione.lazio.it/rl_formazione/ e sul portale http://www.lazioeuropa.it e sul portale del Sovventore globale www.efamilysg.it.

 

21/05/2020

 

Aree tematiche