Vai direttamente al contenuto
 
Menu di servizio
Menu di navigazione sinistro

 

servizi cittadino2

 

 

politiche sociali

 

 

 

 

 

Comune Notizie2

 

 

 

 

comefareper2

 

 

 

 

 

protezione civile regione l

 

 

 

geoplan

 

 

 

quotidiano pub amm

 

 

 

 

 

definizione agevolata
 

Le origini della festa della Madonna Addolorata


 

foto della madonna addolorataIl 24 Marzo 1842 fu per la cittadinanza di Fiano Romano, un giorno memorabile.


In tale giorno, infatti, venne collocata nella chiesa parrocchiale di S. Stefano, l'immagine in cera rappresentante Maria Santissima Addolorata, vestita in raso.
La statua fu acquistata con le offerte tra i fedeli fianesi e venne collocata in un apposita  nicchia soprastante il Santissimo Crocifisso.


Sua eccellenza Reverendissimo Francesco Spalletti, allora vescovo diocesano, concesse l'indulgenza di 40 giorni a tutti i fedeli ogni volta che visitavano la sacra immagine. Nello stesso anno venne solennizzata la festa in onore di Maria Santissima Addolorata, composta esclusivamente da donne; solamente nel 1933 gli uomini presero parte all'organizzazione della festa.

Per alcuni anni i festeggiamenti non vennero effettuati. Nell'agosto 1879, alcune donne fianesi fecero richiesta all'arciprete parroco della chiesa di S. Stefano, don Stefano Meccarocci, di voler restituiire alla cittadina di Fiano Romano, la festa in onore della Madonna Addolorata. Tale richiesta, venne accettata dopo essere stata sottoposta al giudizio del vescovo diocesano.
Successivamente alla risposta favorevole le donne appartenenti alla pia Unione decisero di acquistare un manto di seta ricamato in oro per abbellire l'immagine della Madonna.


Negli anni successivi, vennero acquistati ed offerti oggetti di vario genere per adornare la statua. La festa per alcuni anni venne di nuovo sospesa e ripresa senza più sospensioni nell'anno 1889. Il giorno 15 agosto 1925 la Pia Unione decise di associarsi al municipio per rendere più solenne la festa. Furono presi contatti con l'allora commissariato prefettizio Stefano Vaccarini e con lui furono presi acccordi per fattiva collaborazione.
Mentre nel 1942, anno del centenario della istituzione della festa in onore di Maria Santissima Addolorata per le circostanze di guerra, non vennero effettuati i solenni festeggiamenti esterni ma la festa ebbe esclusivo carattere religioso.

L'organizzazione della festa nei primi anni 60 passò in mano all' Ass. Pro Loco di Fiano, con il nome di "Festa di settembre in onore della Madonna Addolorata". Ancora oggi la manifestazione viene organizzata nella terza domenica di settembre dall' Ass. Pro Loco con il contributo della Parrocchia, della Pia Unione, dell' Amministrazione comunale e mantiene le antiche tradizioni sotto il profilo religioso, mentre dal punto di vista folkloristico i festeggiamenti della Madonna Addolorata hanno assunto negli anni un grande prestigio a livello comprensoriale
   
    Ricerca effetttuata da Giovanni Cavallini

Aree tematiche